Cosenza: “Contro la Sicula abbiamo ottenuto un punto che ci teniamo stretto”

“Quanto incide il mister? È sotto gli occhi di tutti, è un allenatore che arriva ai giocatori e già questo è metà dell’opera, poi tutte le sue idee sono condivise al 100% dallo spogliatoio, ha un grande carisma e riesce a sdrammatizzare nei momenti più pesanti per noi, riesce a farti isolare dall’ambiente che pressa al di sopra di quello che è la categoria; ha plasmato questa squadra in tutto e per tutto e noi siamo contenti per questo”

By
Updated: febbraio 20, 2018
Cosenza

LECCE – Arcigno, forte, carismatico, Ciccio Cosenza, perno centrale dell’ossatura del Lecce di Liverani, oggi in Sala Stampa ha fatto il punto della situazione dopo la gara di domenica, guardando avanti al prossimo appuntamento con la Juve Stabia.

PAREGGIO CON LA SICULA – “Questi sono punti che alla fine fanno la differenza; è un punto che abbiamo ottenuto contro una squadra in forma, forse la più in forma del girone di ritorno insieme al Monopoli, in un campo pessimo non adatto alle nostre caratteristiche, arrivato dopo un primo tempo in cui abbiamo avuto occasioni importanti, abbiamo colpito due legni, e poi abbiamo capito che era una giornata in cui la palla non voleva entrare e abbiamo deciso di stare un po’ più accorti, perché rischiavamo di trovarci con nulla in mano, il punto ce lo prendiamo e ce lo teniamo ben stretto”.

CATANIA – “La sconfitta del Catania? Ha sorpreso un po’ tutti ma io non voglio parlare degli altri e guardo solo in casa mia, però è normale che un risultato del genere sorprende senza nulla togliere al Monopoli che rimane una buona compagine”.

COPPA ITALIA – “La coppa Italia era archiviata anche se uscire ci è dispiaciuto molto perché era una competizione che dava la possibilità di giocare a chi gioca meno, specialmente a Mario Pacilli che è un compagno che siamo orgoglioso di poter avere con noi, purtroppo è andata così, siamo arrivati a Catania un po’ feriti, a nessuno piace perdere, noi poi siamo abituati a pensare che vincere aiuta a vincere, volevamo fare una grande partita, ci siamo riusciti in parte, poi il campo ha detto che il pareggio è il risultato giusto”.

PROSSIMO TURNO – “Il Catania domenica riposa? Noi pensiamo soltanto a guardare in casa nostra; domenica abbiamo un match super importante come tanti altri ma con la consapevolezza che possiamo allungare nei confronti di una grande squadra, quindi abbiamo un’opportunità da non perdere. Vogliamo vincere con la voglia, la forza, e le ferite aperte di questi anni, e con un mezzo pensiero ancora ad Alessandria, e quindi il giusto mix che ci farà mettere il 100% in campo”.

JUVE STABIA – “Incontreremo un avversario ferito, perché viene da una sconfitta, un avversario tosto perché è nel loro dna, ma noi siamo una squadra matura e tosta come non mai  e abbiamo una grande voglia di portare il risultato a casa i costi”.

Liverani

Liverani

LIVERANI – “Quanto incide il mister? È sotto gli occhi di tutti, è un allenatore che arriva ai giocatori e già questo è metà dell’opera, poi tutte le sue idee sono condivise al 100% dallo spogliatoio, ha un grande carisma e riesce a sdrammatizzare nei momenti più pesanti  per noi, riesce a farti isolare dall’ambiente che pressa al di sopra di quello che è la categoria; ha plasmato questa squadra in tutto e per tutto e noi siamo contenti per questo”.

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Pubblicato il: 20 febbraio 2018

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *