LA SCHEDA – Costa Ferreira: estro portoghese

Il testo del servizio andato in onda nella puntata 1427 di Piazza Giallorossa del 19 febbraio

By
Updated: febbraio 20, 2018
Costa Ferreira

LECCE (di M.Cassone) – Dopo aver calciato i suoi primi palloni nel Gil Vicente, squadra della sua città,  il portoghese Pedro  Miguel Costa Ferreira, classe ’91, a 17 anni arriva in Italia in una squadra di Eccellenza, la Dorando Pietri di Carpi, scende in campo 32 volte e realizzando 8 gol contribuisce alla promozione della squadra; lo nota il Sassuolo che lo preleva e lo aggrega alla Primavera, facendolo esordire in prima squadra in Coppa Italia.

Poi inizia a fare esperienza in giro per l’Italia: Teramo, Ancona e Messina prima del grande salto in serie B con la Virtus Entella a Luglio 2014 firmando un triennale. Nel 2014-15 totalizza 37 presenze e 3 gol tra regular season e play out che non bastano ad evitare la retrocessione ma grazie al ripescaggio si ritrova in B ancora una volta. Nella sua seconda stagione, a Chiavari, scende in campo 34 volte e segna 4 gol. Nel girone di andata della sua terza stagione a causa di noie muscolari riesce a giocare solo 8 gare, prima di accettare la corte di Meluso decidendo di scendere di categoria e firma, il 20 gennaio 2017, un triennale con il Lecce.

Costa Ferreira

Costa Ferreira

È una mezz’ala  con caratteristiche tipicamente offensive, possiede oltre all’estro naturale dei portoghesi, buona corsa e ottimo dribbling. Può giocare su tutto il versante del centrocampo compresa la trequarti; nella sua prima stagione in maglia giallorossa, nel girone di ritorno del campionato 2016-17 scende in campo, sempre come mezzala, 16 volte in campionato siglando 2 gol e 4 volte nei playoff; nella stagione in corso con l’avvento di Liverani sta giocando spesso come trequartista ed ha, finora collezionato 18 presenze, segnando un gol contro il Bisceglie al Via del Mare il 30 settembre. È uno dei calciatori più estrosi del Lecce attuale, e quando gira bene lui tutta la squadra ne trae beneficio, con stile punta spesso a saltare l’avversario per poter mettere i compagni nella condizione di segnare.

Qualche anno fa dichiarò di sognare la serie A… per arrivarci però la strada è una sola, questo ci piace pensare, bisogna passare per la serie B, e insieme ai suoi compagni sta lottando giornata dopo giornata per meritarla sul campo e per continuare a sognare. Mai porre limiti alla grandezza dei propri sogni.

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Pubblicato il: 20 febbraio 2018

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *