Il Rende: il prossimo avversario

La matricola terribile si conferma in uno stato di forma fisica e psicologica invidiabile, squadra tosta e che subisce poco

By
Updated: gennaio 23, 2018
Rende_calcio17
Rende_calcio17

Rende-Lecce, gara in programma domenica 28 gennaio

LECCE (di Carmen Tommasi) – La prima gara di campionato del 2018 in trasferta, dopo quella casalinga con il Catania, del Lecce di Fabio Liverani è con il Rende allo stadio “Marco Lorenzon”. All’andata al “Via del Mare”, lo scorso 16 settembre, è finita 1-0 per il Lecce grazie alla marcatura nella ripresa di Marco Mancosu che ha regalato i tre punti ai giallorossi. I prossimi avversari della capolista sono senz’ombra di dubbio la grande sorpresa del girone C di serie C, con un 2017 da incorniciare,  il ritorno nei professionisti dopo 15 anni e l’attuale quarto posto in classifica. In pochi potevano ipotizzare che la ripescata squadra biancorossa potesse essere così pronta a confrontarsi con il calcio che conta. Merito sicuramente del lavoro della società, ma anche del carismatico e preparato Bruno Trocini. Il tecnico da anni fa un lavoro da non sottovalutare a Rende e adesso può fregiarsi anche del titolo di allenatore professionista. La sua tesi a Coverciano, proprio nei giorni scorsi, gli è valsa il conseguimento del patentino.

La formazione della provincia di Cosenza nell’ultima gara in trasferta, nell’anticipo serale di sabato con il Siracusa, ha vinto di misura 1-0: la matricola terribile si conferma in uno stato di forma fisica e psicologica invidiabile, al contrario dei padroni di casa che hanno avuto il torto di essersi svegliati solo nel finale. Decide un colpo di testa di Porcaro per un risultato che fa “pari e patta” con quello dell’andata quando il Siracusa ha “violato” il campo del Rende. I calabresi hanno meritato i tre punti perché apparsi più brillanti, mentre la compagine di Bianco, soprattutto nella prima frazione, non ha espresso quella velocità di manovra che era stata una caratteristica sin qui.

Dopo 21 gare disputate hanno conquistato 34 punti frutto di 10 gare vinte -di cui ben 6 in casa-  4 pareggiate e 7 perse; con 19 gol fatti e 18 subiti. Una squadra, quindi, molto equilibrata nelle due fasi, e che subisce davvero poco. Occhio a Rossini che fino ad adesso, in 20 presenze, ha siglato 5 reti, il tipico centrocampista con il vizietto del gol.

I calabresi giocano con il 3-5-2, modulo con cui il tecnico dei rennitani ha costruito la sua classifica: le certezze provengono dalla difesa, dove Forte è spesso protetto da Sanzone, Porcaro e Pambianchi, con Marchio e Coppola che spesso si accomodano panchina. Trocini nel corso della settimana cercherà, molto probabilmente, di lasciare abbastanza tranquilla la squadra, consapevole che l’arrivo della capolista tra le proprie mura amiche genera in automatico motivazioni particolari e una carica emotiva fuori dal comune.

L’obiettivo stagionale dei biancorossi in estate era la salvezza, tabella di marcia, questa, ampiamente e divinamente rispettata o meglio “superata”. Con il calciomercato invernale è arrivato dal Crotone, a titolo temporaneo fino al 30 giugno, il difensore Giuseppe Cuomo, classe ‘98. Fischio d’inizio, domenica 28 gennaio, alle ore 16:30 per la 23esima giornata nel girone C.

 

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Pubblicato il: 23 gennaio 2018

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *