Trapani-Lecce 1-1: le pagelle dei giallorossi

Eurogol di Mancosu, Perucchini e la sua grande "svista", partitona di Cosenza: a Trapani finisce con un pari e patta

By
Updated: dicembre 29, 2017
26135302_10211097427607423_1036327331_n

TRAPANI (di Carmen Tommasi) – Il Lecce di Fabio Liverani chiude il 2017 con un 1-1 in casa del Trapani e tiene  saldo il primato con 45 punti.  Marco Mancosu al 5′ sblocca la gara: destro dai 30 metri che si spegne nell’angolino alto alla destra di Furlan. I padroni di casa, al 33’, conquistano il pareggio: palla in profondità di Palumbo per Murano, uscita non impeccabile di Perucchini, Riccardi non riesce a dire “no” all’attaccante avversario che insacca in rete di destro. Secondo tempo ricco di emozioni e occasioni, ma il risultato non cambia. Al 47′ ci prova Arrigoni dalla distanza, ma la sfera esce di poco. Ci prova anche Evacuo poco dopo. Sul finire ancora Lecce: prima Persano e poi  Torromino che sfiorano il gol vittoria ma Furlan c’è.  Pari e patta, quindi, tra le due squadre: dopo la sosta il Lecce ospiterà il Catania (il 21 gennaio alle ore 14:30).

Le pagelle:

Filippo Perucchini: TRA LE NUVOLE. Incassa la rete del pareggio in uscita e ha più di qualche colpa, ma poi è bravo a dire “no” al diagonale di Marras. VOTO 5.

Franco Lepore: INSOMMA. Parte in sordina e continua nello stesso modo: gara in cui il capitano non è molto preciso e costante. VOTO 5.5.

Francesco Cosenza: GIGANTEGGIA. Tiene botta per tutta la gara contro i pimpanti avversari, concedendo a tutti davvero poco. Chapeau. VOTO 7.

Davide Riccardi: ALTI E BASSI. Insieme a Cosenza cerca di arginare il duo d’attacco avversario e ci riesce con buoni risultati, anche se è molto ingenuo (acerbo) in più di una circostanza (come nell’1-1 siglato dagli avversari). VOTO 5.5.

Luca Di Matteo: GIOVIALE. Partita non positivissima per il terzino giallorosso che spinge poco dalla sinistra e si limita al compitino difensivo. VOTO 6.

Mancosu

Marco Mancosu

Marco Mancosu: GOLLAZZO. Un gol spettacolare dai trenta metri ed una partita degnata di nota. Tanti applausi per lui. VOTO 7.

Andrea Arrigoni: INTELLIGENTE. Non riposa e non stecca mai: altra gara generosa e a tutto campo, seppure la stanchezza sembra evidente. VOTO 6.5.

Marco Armellino: OK. Ripresa sempre a rincorrere, come a torello, tutte le maglie avversarie. Tanto sacrificio per l’ex Matera  VOTO 6.

Pedro Costa Ferreira: INSIPIDO. Gioca solo un tempo, e nemmeno troppo bene, e poi i “malanni” stagionali lo costringono a lasciare il terreno da gioco. VOTO 5. Dal 46’ st Radoslav Tsonev 5.5: Aiuta i suoi a portare a casa il risultato finale, ma non brilla.

Giuseppe Torromino: TUTTO CUORE. Da lui ci si aspetterebbe qualcosa in più, vista la sua qualità, in termini realizzativi e di reparto. L’impegno non manca, ma è troppo impreciso in alcune fasi. VOTO 6.

Salvatore Caturano: MOSCIO. Non la sua migliore partita in maglia giallorossa e questo è davvero evidente: non c’è altro da aggiungere. VOTO 5. Dal 66’ st Mattia Persano 6: Entra e fornisce un assist a Tsonev: dopo prova il colpaccio e sfiora il gol. Un giocatore che merita più spazio.

Allenatore Fabio Liverani: TANTA ROBA. Il suo Lecce gioca bene, seppure a tratti, anche se oggi non riesce a vincere la partita (ma ci tenta fino alla fine). Il tecnico giallorosso chiude il 2017 con la squadra capolista, con 16 risultati utili di fila, e con tanta voglia di vincere il campionato (e di migliorarsi). VOTO 6.5.

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Pubblicato il: 29 dicembre 2017

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *