Carica Liverani: “Non serve prendere uno schiaffo per svegliarci”

Il tecnico del Lecce presenta il derby del "Via del Mare", di domani alle ore 16:30, con il Monopoli: "Dovremo essere bravi a sfruttare le occasioni che riusciremo a creare e i calci da fermo. Occhio ai contropiedi"

By
Updated: dicembre 16, 2017
Liverani
Liverani

Fabio Liverani, allenatore U.S. Lecce

LECCE (di Carmen Tommasi) – Battere il Monopoli per chiudere in bellezza il girone d’andata. Fabio Liverani sa bene che, conquistare i tre punti nel derby casalingo di domani al “Via del Mare”, non sarà facile per il suo Lecce: “Domani chiuderemo il girone d’andata davanti ai nostri tifosi nella gara con il Monopoli. Il nostro prossimo avversario -ha spiegato il tecnico giallrosso- subisce molto poco (i gabbiani sono la seconda miglior difesa del girone C, ndr), anche nella gara con il Trapani hanno concesso veramente poco. Dovremo essere bravi a sfruttare le occasioni che riusciremo a creare e i calci da fermo. Bisognerà essere equilibrati e avere pazienza, sapendo, comunque, che dovremo spingere e che dovremo essere attenti ai contropiedi”.

Mister, cosa le è rimasto dell’1-1 dello scorso match con la Paganese al “Marcello Torre”?

“A Pagani quello che non mi è piaciuto è stato l’approccio, soprattutto nei primi venti minuti e parlo di attenzione, concentrazione e determinazione. Continuo a pensare che la partita di domenica scorsa sia stata la più brutta della mia gestione sotto l’aspetto mentale e di approccio, ma dico anche che le loro azioni sono state frutto solo di nostri errori. Domani voglio rivedere la rabbia agonistica che ci ha contraddistinto fino a questo momento per chiudere bene questo girone. Anch’io sono dell’idea che i campionati si vincano con le miglior difese, è impensabile arrivare primi ed essere la settima-ottova peggior retroguardia del girone”.

Quale sarà la formazione che scenderà in campo contro i cugini i biancoverdi? 

“Domani cambieremo qualcosa rispetto all’ultima gara, abbiamo bisogno di tutti e cinque i cambi e degli undici che partiranno dal primo minuto. Non siamo una squadra che deve prendere uno schiaffo per svegliarci, dobbiamo essere sempre in palla. Bisogna essere attenti ai due loro attaccanti Paolucci, con cui ho giocato per un breve periodo, ed anche a Genchi (sette reti nella stagione in corso, ndr)”.

 Il calciomercato di riparazione gennaio sarà un valore aggiunto o un problema per il suo Lecce?

“Per la squadra che abbiamo non c’è fretta nel trovare giocatori. Ci muoveremo nel calciomercato solo per migliore la rosa attuale, altrimenti stiamo bene così. Siamo già forti e non è facile migliorare una squadra come la nostra. Non dobbiamo fare un mercato stratosferico, non ci serve  questo…“.

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Pubblicato il: 16 dicembre 2017

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *