Ricetta Perucchini: “Migliorarsi sempre: massima attenzione alla Paganese”

Il portiere giallorosso presenta la sfida del "Marcello Torre" di Pagani di domenica alle ore 16:30: "Scendere in campo senza fare calcoli. Io in gol come Brignoli? No, se cambio porta faccio danni..."

By
Updated: dicembre 5, 2017
Perucchini, Caturano, Cosenza
IMG-20171108-WA0056

Filippo Perucchini, 26 anni

LECCE (di Carmen Tommasi) – Vietato accontentarsi: è questo il Filippo Perucchini pensiero che ha l’obiettivo di migliorarsi gara dopo gara e crescere insieme al “suo” Lecce. Il portierone bergmasco -16 presenze e 16 gol incassati nel campionato in corso- analizza il momento della squadra giallorossa reduce da 13 risultati utili di fila: “Questa pausa è servita per recuperare gli infortunati e  per mettere benzina nelle gambe in vista di questo sprint finale –ha chiosato l’ex Benevento– di quattro gare prima della sosta”.

Cosa ha pensato dopo il derby Trapani-Catania terminato 2-0?

“Sinceramente nulla. Sappiamo che sono due squadre attrezzate con giocatori importanti e che ci daranno battaglia fino all’ultimo. Abbiamo tre punti di vantaggio rispetto a queste due squadre? Non sono molti, ma non abbiamo nessuna ansia, anzi questo ci stimola a dare sempre di più nel corso di tutte le singole partite. Non dobbiamo mai mollare, bisogna essere sempre sul pezzo ed essere in campo come dei veri ‘animali’. Ce la giocheremo fino alla fine, questo è certo ”.

Dal punto di vista personale è soddisfatto del suo operato?

“Stiamo facendo un campionato importante come squadra e questo è fuori da ogni dubbio. A livello personale devo dire che per carattere sono uno che non si accontenta mai. Non sono mai contento e cerco sempre di migliorarmi: con il mio preparatore Gigi Sassanelli ed insieme a mister Liverani guardiamo spesso dei video per capire dove posso fare ancora meglio. Ho in testa sempre il lavoro con un unico obiettivo, ovvero quello di alzare l’asticella e fare sempre qualcosa in più”.

Ha visto il gol che ha siglato il suo collega Alberto Brignoli del Benevento al Milan?

Alberto lo conosco molto bene. A dire il vero, quando ho visto il tabellino della partita pensavo non fosse lui, ma poi vedendo le formazioni ho capito che non c’era alcun dubbio. Ha fatto una rete incredibile e questo fa capire che nel calcio nulla è mai scontato, ed è bello proprio per questo. Se ho mai provato ad andare a cercare il gol come Brignoli? Certo e lo avete visto anche voi, ma ho fatto sempre danni (ironizza, ndr). Preferisco restare in porta per fare parate importanti ed evitare di prendere gol”.

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Pubblicato il: 5 dicembre 2017

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *