Riapre la campagna abbonamenti: per i vecchi abbonati spunta il “4-3-1-2” alla Liverani maniera

Il mini-abbonamenti per la Curva Nord per il girone ritorno costerà appena 55 euro per 9 gare: una media di 6 euro a biglietto, ovvero la metà che occorrerebbe nell'acquistare un singolo tagliando

By
Updated: novembre 22, 2017
23805771_10155742603318467_98344148_n
Liguori e Liverani

Liguori e Liverani

LECCE (di Carmen Tommasi) – Vincere il campionato con il forte aiuto e con l’infinito calore dei tifosi: è questo l’obiettivo del Lecce che ha deciso di riaprire -da oggi 22 novembre  fino al 20 dicembre- la campagna abbonamenti. Chi non si è ancora abbonato avrà, quindi, la possibilità di sottoscrivere l’abbonamento, ad un prezzo vantaggioso, per il girone di ritorno. A presentare la nuova ed importante iniziativa, nella sala stampa “Sergio Vantaggiato” del Via del Mare, è stato il vice-presidente del Lecce Corrado Liguori supportato dal tecnico Fabio Liverani.

“Siamo qui con il mister che mi è accanto per una riflessione sul nostro progetto di riannodare le fila di un legame tra tifoseria e società. La partecipazione -ha spiegato Liguori- dei tifosi alle vicende del Lecce è per noi fondamentale e siamo soddisfatti di quanto fatto in questi due anni e mezzo. Non ne facciamo una questione economica, questo deve essere chiaro, ma solo ed esclusivamente di partecipazione, altrimenti non avremmo pensato di riaprire la campagna abbonamenti con questi prezzi. Nonostante un calo del 28% degli abbonati con la Reggina nell’ultimo turno eravamo lo stadio con più spettatori del campionato, superiore anche ad alcune partite di Serie A che si sono giocate il giorno dopo nello stesso turno. Abbiamo però registrato un ampio calo dei paganti al botteghino, fissato al 25% per ogni singola partita, che hanno portato complessivamente la media degli 11mila spettatori dello scorso campionato ad attestarsi attorno agli 8600 in questo avvio di stagione”.

IN DISCESA – C’è stata una netta riduzione di “partecipazione” nei confronti della formazione giallorossa nell’ultimo periodo ed il vicepresidente prova a spiegare il perchè: “Calo di entusiasmo dopo la gara di Alessandria?  Aumento dei prezzi di abbonamenti e dei singoli tagliandi? Programmazione del calendario? Ci siamo fatti tantissime domande e ci siamo dati diverse interpretazioni. L’ambiente non è mai stato del tutto deluso, questa è una squadra che lotta, che non molla e attraverso le prestazioni sta costrudendo un campionato in grado di cancellare quella delusione dei play off sfumati. Ora giocheremo di domenica, la partecipazione popolare non dovrebbe avere ostacoli dal calendario, mentre per il caro-prezzi siamo pronti a venire incontro ulteriormente alla tifoseria con il lancio di mini-abbonamenti per il girone di ritorno. Il tutto senza andare a svantaggio dei vecchi abbonati”.

cost

I prezzi per i nuovi abbonati

ECCO IL 4-3-1-2 – Il dottor Liguori ha spiegato in maniera molto dettagliata cosa avranno a disposizione, invece, chi ha già sottoscritto la tessera: “Gli abbonati di questa estate che porteranno altri nuovi mini-abbonati parteciperanno all’estrazione di tre maglie da gioco, tute ufficiali e tute da passeggio del Lecce. Ad esempio sulla Curva Nord, chi si è abbonato ad inizio stagione ha pagato il biglietto su una media di 4,20 euro a gara. Chi si abbonerà adesso, costo 55 euro, pagherà 6 euro a partita. Ad oggi, un biglietto in Curva costa 12 euro, quindi si può facilmente comprendere che con questa nuova iniziativa il prezzo è stato ridotto del 50%. Cosa sarebbe il 4-3-1-2? Ovvero: 1 abbonato = una estrazione, 2 abbonati = due estrazioni, 3 abbonati = tre estrazioni, ecc. ecc.. Si potrà partecipare all’estrazione finale di 4 tute da passeggio, 3 maglie da gioco ufficiali giallorosse, 1 maglia da gioco ufficiale bianca e 2 maglie da gioco ufficiali nere più 1 maglia da gioco ufficiale da portiere”.

IL MISTER – La parola passa, infine, ad un fiducioso Fabio Liverani che incita, a gran voce, i tifosi giallorossi: “Quando ho scelto Lecce ho messo sul piatto passione e amore della tifoseria e progetto sportivo, non solo valutazioni sulla qualità della rosa. 9mila spettatori sono già fuori categoria, ma per tutti noi averne ancora di più nel finale e nelle partite in bilico rappresenta un motivo di maggiore forza. Mi piacerebbe -ha chiosato l’ex Ternana- vedere questo stadio ancora più pieno. Da ora si può sbagliare sempre meno, con tanti tifosi sugli spalti potremmo avere una grande mano. Tutti insieme, con partite sempre più equilibrate e via via più decisive, possiamo raggiungere obiettivi sempre più importanti. Quella della società è un’ottima idea: dare l’opportunità di abbonarsi ora credo che sia un bel segnale”.

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Pubblicato il: 22 novembre 2017

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *