Di Piazza e Riccardi, il ragazzo della provvidenza, regalano la vittoria al Lecce

Termina 2-1 per il Lecce sulla Casertana dopo una gara difficile risolta dalla grinta e dalla voglia del gruppo e dalla freschezza di Riccardi che si conferma un ottimo elemento

By
Updated: novembre 7, 2017
23318988_10210758249368179_3484522068194659314_n

LECCE (di M.Cassone) – Si alza il sipario dello Stadio leccese sul turno infrasettimanale valido per la per la 13^ giornata del girone C del Campionato di serie C: il Lecce ospita la Casertana. Le due squadre danno vita ad una gara molto combattuta vinta meritatamente dai padroni di casa di fronte a 7851 spettatori.

Il primo tempo termina 0-0, le emozioni arrivano tutte nel secondo tempo. Sblocca la gara al 53° il bomber di Partinico, Matteo Di Piazza, da vero attaccante; pareggia la Casertana al minuto 82, dopo un errore di Torromino che perde palla a centrocampo, e permette a Galli di far partire un missile dai 30 metri che deflagra alle spalle di Perucchini; a risolvere la gara però, all’87° è il ragazzo della provvidenza, Riccardi che si ripete dopo il gol di Andria e regala tre punti importantissimi alla sua squadra.

Una vittoria basilare per la classifica dei giallorossi che rispondono alle dirette concorrenti e mantengono 5 punti di distanza dal Catania e 6 dal Trapani.

Lo striscione della Nord

Lo striscione della Nord

PRIMO TEMPO – Liverani che ha tutti gli effettivi a disposizione concede un po’ di riposo a Armellino sostituendolo con Costa Ferreira e dà fiducia ancora a Riccardi e schiera Pacilli dietro le due punte Di Piazza e Caturano e manda in campo come undici iniziale con il solito 4-3-1-2 Perucchini; Lepore, Cosenza, Riccardi, Di Matteo; Costa Ferreira, Arrigoni, Mancosu; Pacilli; Di Piazza, Caturano.

D’Angelo che arriva al Via del Mare con la formazione decimata dalle squalifiche di De Rose e Alfageme e dagli infortuni del lungodegente Benassi e di Padovan, manda in campo: Cardelli; Rainone, Polak, Lorenzini; Galli, De Marco, Rajcic, Carriero, Ferrara; Marotta, Turchetta.

Arbitra il sig. Daniele Viotti di Tivoli.

I padroni di casa partono col vento in poppa e dopo 40 secondi Di Piazza prende palla nonostante l’avversario, si gira, e dalla lunga distanza prova a trovare la porta ma il suo tiro è rimpallato in angolo; al 5° Lorenzini commette fallo su Pacilli ed è punizione sul versante destro ai 25 metri. Lepore finta, batte Pacilli e la palla arriva a Cosenza a pochi passi dalla porta ma il centrale e la cicca e recuperano i falchetti.

Intanto sulla Nord viene esposto uno striscione in memoria e in onore di un Ultrà venuta a mancare questa settimana: “SEMPRE IN PRIMA LINEA PER AMORE DELLA CITTA’ CIAO VINCENZO FRATELLO ULTRAS”.

La Casertana reagisce alla veemenza giallorossa e inizia a proporsi sistematicamente avanti, in ripartenza affidandosi all’estro di Turchetta e alla determinazione di Marotta ben supportati da un folto centrocampo. Al 19° Lepore va in difficoltà e Ferrara lo sorprende ed entra in area ma non riesce a pungere. Al 20° primo giallo dell’incontro e lo rimedia Lepore per un fallo su Rajcic.

Al 25° Casertana vicinissima al vantaggio: Turchetta serve Marotta che impegna severamente Perucchini.

Al 29° Cosenza commette fallo proprio su Turchetta e anche per lui è giallo e due minuti dopo il cartellino lo becca Costa Ferreira.

Al 31° occasione pericolosa di marca giallorossa: Pacilli lanciato a rete è fermato dall’uscita pronta di Cardelli. A centrocampo c’è traffico, c’è agonismo, si fa a sportellate. Al 35° Carriero stende Caturano ed è cartellino giallo anche per lui.

Al 41° Mancosu cede a Lepore che fa partire uno spiovente in area per Di Piazza che colpisce di testa ma la traiettoria è centrale e Cardelli non ha problemi.

Dopo 3 minuti di recupero le squadre tornano nello spogliatoio per un thè caldo.

Di Piazza

Di Piazza

SECONDO TEMPO – Prima dell’inizio della seconda frazione, il Presidente Saverio Sticchi Damiani e il capitano Lepore portano un mazzo di fiori e due maglie sotto la Curva Nord dove c’è la foto del tifoso scomparso.

D’Angelo effettua il primo cambio prima dell’inizio:  fuori Ferrara dentro D’Anna

Padroni di casa subito pericolosi: al 48° Pacilli la mette in mezzo per Di Piazza che conclude a rete ma Cardelli si distende e devia in angolo. La squadra di Liverani è rientrata in campo in maniera più determinata e fa un ottimo giro palla. Al 51° dai 20 metri Caturano cerca l’incrocio dei pali ma la palla termina fuori. Gli ospiti si difendono arretrando il baricentro. Il gol è nell’aria e arriva al 53° con un gran gol di Di Piazza che riceve sfera col contagiri da Mancosu in area, ipnotizza Lorenzini, porta a spasso tutta la difesa con Cardelli fuori causa, gonfia la rete e va a farsi coccolare sotto la Nord.

La Casertana accenna ad una reazione: al 55° Turchetta sfugge a Lepore e serve Carriero che viene anticipato in angolo. Al 59° Turchetta prova il tiro da ottima posizione ma spara fuori.

Al 60° doppio cambio per Liverani: fuori Costa Ferreira dentro Armellino, fuori Caturano dentro Torromino.

Al 68° Mancosu imbuca per Di Piazza che calcia ma Cardelli si salva miracolosamente in angolo.

I giallorossi vogliono il raddoppio ma i falchetti cercano il pareggio e al 70° D’Angelo manda in campo Colli al posto di Rajcic e Tiripicchio al posto di Lorenzini, aumentando così il tasso offensivo.

Al 74° Di Matteo sguscia a sinistra ma Carriero lo butta giù: punizione battuta da Lepore, allontana la difesa, riprende Arrigoni che calcia in porta e Cardelli blocca a terra. Al 79° cambio per Liverani, fuori Pacilli dentro Ciancio. Due minuti dopo Armellino prova dalla lunga distanza ma Cardelli para: ottima la prova del portiere rossoblù.

Al minuto 82 doccia fredda per il Lecce: Torromino prova il velo a centrocampo e Galli soffia la palla e fulmina dai 30 metri Perucchini.

D’Angelo all’84° chiama fuori Marotta e mette dentro Forte.

Riccardi

Riccardi

Liverani al minuto 86 manda in campo un attaccante Dubickas per Lepore. E subito dopo arriva il gol del vantaggio giallorosso ed è ancora lui Davide Riccardi a fare gol sugli sviluppi di un corner: prodigioso il giovane centrale.

Passano 90 secondi e Mancosu la mette in mezzo per Di Piazza che calcia ma colpisce la traversa.

D’Angelo effettua l’ultimo cambio al minuto 89, dentro Cigliano fuori Carriero.

La lavagnetta luminosa segnala 4 minuti di recupero.

La Casertana si riversa in avanti, il Lecce deve soffrire, deve controllare, deve vincere, glielo chiedono i tifosi, glielo chiede la coscienza, lo “richiede” la classifica.

Nel secondo minuto extra time Mancosu viaggia a sinistra cede a Di Piazza che la mette in mezzo ma Dubickas che non arriva sulla sfera per pochissimo. Nel terzo minuto frangente concitato: D’Anna litiga con i componenti della panchina giallorossa.

Il Lecce controlla bene e mette in saccoccia altri 3 punti e sale a 30 punti, a più 5 sul Catania e a 6 sul Trapani.

TABELLINO

LECCE – CASERTANA 2-1

LECCE (4-3-1-2): Perucchini; Lepore, Cosenza, Riccardi, Di Matteo; Costa Ferreira (60°Armellino), Arrigoni, Mancosu; Pacilli (79° Ciancio); Di Piazza, Caturano (60° Torromino). A disposizione: Chironi, Valeri, Megelaitis, Marino, Drudi, Lezzi, Dubickas, Tsonev, Gambardella. Allenatore: Liverani

CASERTANA (3-5-2): Cardelli; Rainone, Polak, Lorenzini (70° Tiripicchio); Galli, De Marco, Rajcic (70° Colli), Carriero (89° Cigliano), Ferrara (46° D’Anna); Marotta (84 Forte), Turchetta. A disposizione: Avella, Finizio, Santoro, Minale. Allenatore: D’Angelo.

ARBITRO: sig. Daniele Viotti di Tivoli

ASSISTENTI: sig. Giuseppe Macaddino di Pesaro e sig. Graziano Vitaloni di Ancona.

MARCATORI: 53° Di Piazza (L), 82° Galli (C ), 87° Riccardi (L)

AMMONITI: 20° Lepore (L), 29° Cosenza (L), 31° Costa Ferreira (L), 35° Carriero (C ), 45+4 D’Anna

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Pubblicato il: 7 novembre 2017

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *