Punto d’oro per il Lecce ad Andria in una gara che si era messa male

Al gol di Lattanzio risponde nel secondo tempo di recupero Riccardi con un gran colpo di testa e riacciuffa il risultato

By
Updated: novembre 4, 2017
19260382_10210740124835077_6573691215444670833_n

ANDRIA – Termina in parità tra Fidelis Andria e Lecce al “Degli Ulivi” nella 12^ giornata del girone C del campionato di serie C 2017-18. La squadra di Liverani gioca un buon primo tempo e potrebbe passare in vantaggio ma Maurantonio si dimostra un ostacolo duro da superare; nel secondo tempo i padroni di casa trovano il gol al 51° con Lattanzio, giocano meglio, potrebbero raddoppiare ma i salentini con orgoglio e caparbietà ottengono, nel secondo minuto di recupero, il pareggio con un gran colpo di testa di Riccardi.

Un punto d’oro per i giallorossi che nella seconda frazione di gara non hanno giocato come sanno e hanno permesso all’ultima in classifica di scorrazzare ma non ha saputo capitalizzare al massimo le occasioni avute. Sicuramente la Fidelis Andria vista in questa gara non merita la classifica che ha ma meriterebbe qualcosa in più.

Il Lecce è capolista con 27 punti seguono a 5 lunghezze Catania e Monopoli.

PRIMO TEMPO – Mister Loseto col 3-5-2 manda in campo Maurantonio; Celli, Rada, Tiritiello; Curcio, Matera, Quinto, Esposito, De Giorgi; Scaringella, Lattanzio.

Mister Liverani fedele al suo 4-3-1-2, deve fare a meno soltanto di Marino e manda in campo Riccardi al suo posto, e quindi schiera Perucchini; Ciancio, Cosenza, Riccardi, Di Matteo; Lepore, Arrigoni, Armellino; Mancosu; Caturano, Di Piazza.

Fischio d’inizio alle 20:30 del sig. Giacomo Camplone di Pescara.

Le squadre giocano inizialmente a viso aperto con il primo tiro in porta di marca giallorossa al 2° con Arrigoni che dopo un’azione di Mancosu si fionda sulla sfera e calcia da fuori ma non centra l’obiettivo. I padroni di casa rispondono al 6° con Scaringella che riceve la palla sulla trequarti, aggira Ciancio, e conclude fuori. Al 14° è ancora la Fidelis a provarci con Curcio ma la sfera termina tra le braccia di Perucchini. Col passare dei minuti il Lecce cresce e costringe l’avversario ad arretrare per difendersi. Al 15° giallorossi vicinissimi al vantaggio: Mancosu sfrutta un errore e si invola, entra in area supera Rada e calcia ma Maurantonio si oppone come se fosse un muro. Al 16° legno di Di Matteo con un tiro cross. Al 19° Lepore serve Armellino che carica il tiro e calcia e Maurantonio para. Al 24° break andriese con Lattanzio che, servito da Esposito, si gira al centro dell’area e calcia alla stelle.

Al 41° primo giallo della gara, lo guadagna Lattanzio per un fallo su Armellino.

Si combatte a centrocampo e non mancano le sportellate, Armellino sembra il più determinato. Molto attento il Lecce nella fase difensiva con un ottimo Riccardi che gioca con sicurezza dimostrando buona tecnica.

Il primo tempo termina a reti inviolate.

SECONDO TEMPO – Loseto torna in campo con Allegrini al posto di Tiritiello. Passano appena 40 secondi e Lattanzio ci prova dai 25 metri ma Perucchini vola e salva in angolo; sugli sviluppi Rada impegna ancora il portiere giallorosso che para volando alla sua sinistra. I padroni di casa con veemenza mettono in difficoltà i giallorossi che in questa fase subiscono il gol al 51°con Lattanzio che beffa Perucchini con un tocco morbido sfruttando un’indecisione di Riccardi. E subito dopo, sulle ali dell’entusiasmo, si rendono pericolosi con Scaringella.

Al 56° primo cambio per Liverani: dentro Pacilli fuori Ciancio.

Al 58° Esposito mette paura al Lecce, entra in area e prova il diagonale ma Cosenza col corpo manda in angolo in scivolata.

I salentini provano a riordinare le idee ma gli avversari coprono bene ogni zona del campo e cercano il raddoppio: al 61° Quinto serve Scaringella in area che però viene recuperato in angolo; sugli sviluppi Rada manca di un soffio l’appuntamento col gol.

Al 65° Lepore crossa in mezzo all’area e Mancosu prova al volo senza fortuna.

Al 66° secondo cambio per Loseto: fuori Scaringella infortunato dentro Nadarevic. Ed è proprio l’ultimo entrato che sfugge a Cosenza a 68° e prova il tiro ma la sfera termina fuori.

Al 73° giallo a Curcio per fallo su Lepore; batte la punizione Arrigoni e il suo spiovente finisce tra le mani di Maurantonio.

Al 75° cambio per il Lecce che diventa ancora di più a trazione anteriore: fuori Armellino dentro Torromino. Al 76° Lepore ci prova a giro dai 20 metri ma la palla termina fuori. I giallorossi si riversano in avanti.

Al 78° giallo per Riccardi; e cambio per la Fidelis Andria: dentro Bottalico fuori Matera.

Al minuto 83 Lattanzio va vicino al raddoppio.  All’85° il Lecce potrebbe pareggiare: Lepore scavalca con un cross morbido la difesa e trova Di Piazza che però calcia alto sopra la traversa.

I salentini sentono l’ansia del tempo che passa e attaccano in maniera sistematica ma disordinata.

Al minuto 89 dentro Barisic fuori Esposito per la Fidelis Andria.

La lavagnetta luminosa segnala 4 minuti di recupero. Al 91° Mancosu la mette in area, Di Piazza prova la zampata ma Maurantonio para. I giallorossi accelerano con caparbietà e pareggiano al 92°: Lepore crossa morbido in mezzo e Riccardi stacca in modo perentorio e infila Maurantonio e pareggia i conti.

Non c’è più tempo però, passano altri due minuti, e il sig. Camplone manda tutti negli spogliatoi.

TABELLINO

FIDELIS ANDRIA – LECCE  1-1

FIDELIS ANDRIA (3-5-2): Maurantonio; Celli, Rada, Tiritiello (46° Allegrini); Curcio, Matera (78° Bottalico), Quinto, Esposito 89° Barisic), De Giorgi; Scaringella (66° Nadarevic), Lattanzio. A disposizione: Cilli, Minicucci, Ippedico, Di Cosmo, Paolillo. Allenatore: Loseto

LECCE (4-3-1-2): Perucchini; Ciancio (56° Pacilli), Cosenza, Riccardi, Di Matteo; Lepore, Arrigoni, Armellino (75° Torromino); Mancosu; Caturano, Di Piazza. A disposizione: Chironi, Vicino, Costa Ferreira, Valeri, Megelaitis, Drudi, Lezzi, Dubickas, Tsonev, Gambardella. Allenatore: Liverani.

ARBITRO: sig. Giacomo Camplone di Pescara

ASSISTENTI: sig. Marco Trinchieri di Milano e sig. Driss Abou Elkhayr di Conegliano.

MARCATORI: 51° Lattanzio (F), 92° Riccardi (L)

AMMONITI: 41° Lattanzio (F),Curcio (F), 78° Riccardi (L)

 

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Pubblicato il: 4 novembre 2017

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *