POST MATCH – Parlano Rizzo e Calori, il tecnico del Lecce: “Partita di carattere: uomini veri”

L'allenatore dei siciliani è dispiaciuto: "Sconfitta ingiusta, ma il Lecce ..."

By
Updated: settembre 2, 2017
21245329_10210320727790413_1352166232_n

LECCE (di Carmen Tommasi) – “Sono contento per questa vittoria: non tanto perché è la mia prima in campionato da tecnico giallorosso né per i tre punti arrivati dopo sole due giornate, quanto per il carattere dimostrato nell’ottenerla. Abbiamo giocato bene, siamo andati avanti e poi per un disguido ci siamo complicati il tutto. A questa squadra veniva rimproverata soprattutto la concentrazione e il carattere, e oggi direi che sotto questo profilo siamo stati encomiabili”: così un più che soddisfatto Roberto Rizzo dopo la bella e sofferta vittoria del suo Lecce, 2-1, sul Trapani.

Rizzo

Roberto Rizzo

NON AL TOP – Il  mister di San Cesario è consapevole che i giallorossi devono ancora migliorare e non poco: “Forse abbiamo sbagliato qualche contropiede, diverse ripartenze, e più situazioni in fase di palleggio, ma sappiamo che su questo, come sulla condizione fisica, bisogna lavorare. C’è qualche meccanismo ancora da definire e per questo spicca la prestazione dei ragazzi, che hanno gettato il cuore oltre l’ostacolo”.

LEGGEREZZA DI PIZZA –  Sull’arbitro del match e sulle prime due giornate di campionato ha, infine, aggiunto: “Il rosso a Di Piazza? Ha sbagliato e pagherà, queste cose non ce le possiamo permettere. Marino non è stato della partita perché ieri, nella rifinitura, ha accusato una lombosciatalgia e abbiamo deciso di non rischiarlo. Perché tanto nervosismo in panchina? Probabilmente qualche motivazione c’era, anche se larbitro non ha voluto sentir ragioni e ha espulso il presidente e non solo. Siamo arrabbiati per come è stata gestita la conduzione di gara, ma non cerchiamo alibi perchè a tutti capita di sbagliare.  La classifica del girone C? Siamo ancora all’inizio: ci sono tante favorite e anche alcune sorprese, come si vede guardando la vetta”.

L’AVVERSARIO – La parola passa, poi, all’allenatore dei siciliani Alessandro Calori: “La sconfitta di oggi  non è giusta. Nel primo tempo abbiamo avuto tante occasioni ma non siamo stati determinati. Bisogna calarsi velocemente in questo campionato, la squadra ha giocato bene a calcio poi nel secondo tempo è stata spezzettata e non mi è piaciuto. Torromino? Ha fatto un gran gol e questo nell’unico tiro subito nel primo tempo, la squadra ha creato gioco con personalità e può migliorare ancora. I nuovi sono arrivati da poco e non hanno la condizione per poter essere usati. Il Lecce? E’ una squadra pratica -ha spiegato il mister- che gioca in profondità con giocatori di velocità, è una squadra adatta a questo campionato ed è fra le migliori del girone senza ombra di dubbio”.

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Pubblicato il: 2 settembre 2017

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *