Scontri tra tifosi: arrestati due leccesi

By
Updated: agosto 29, 2017
polizia

LECCE – Sono due i tifosi leccesi (M.C. e S.Q., di 36 e 41 anni) arrestati dalla squadra mobile di Brindisi dopo gli scontri di sabato, prima della partita tra Lecce e Virtus Francavilla delle 18,30 allo stadio Fanuzzi di Brindisi. Ad incastrarli sono stati i fotogrammi di alcuni video in mano alla polizia.

Un episodio avvenuto un paio d’ore prima della gara, nell’area di servizio Agip sulla superstrada Lecce – Brindisi, all’altezza dello svincolo per i rioni Bozzano e La Rosa.

Tutto sarebbe nato da un botta e risposta tra un gruppo di tifosi brindisini e un gruppo di leccesi in coda sulla statale. I supporter leccesi sono scesi dall’auto per raggiungerli, sono nati dei tafferugli, e la polizia è dovuta intervenire immediatamente. Uno degli agenti della polizia stradale ha anche sparato dei colpi in aria per allontanare i facinorosi. La colluttazione infatti stava degenarando tanto che alcuni poliziotti sono rimasti feriti tanto da dover essere accompagnati in ospedale. Qualcuno aveva anche acceso dei fumogeni.

I due leccesi non sono gli unici ad essere stati identificati dopo le indagini di Squadra mobile e Digos. In quei concitati momenti i due agenti hanno rimediato da parte dei leccesi anche qualche lesione, medicata successivamente presso l’ospedale Perrino. Altri tifosi sono stati indentificati e ci saranno altri provvedimenti.

Trasferiti nel carcere di lecce, rispondono di violenza, resistenza, lesioni personali e concorso nel danneggiamento di un’auto della polizia.

FONTE TRNEWS.IT

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Pubblicato il: 29 agosto 2017

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *